Disturbi della dentizione nei neonati

La dentizione è diversa in ogni bambino.

In alcuni la dentizione procede quasi inosservata, tanto che un bel giorno i genitori si accorgono per caso del primo (o del prossimo) dente del loro bambino, in altri la dentizione è meno piacevole ed è legata al disagio e alle notti insonni per il bambino e i genitori. 

Una cosa è valida in ogni caso: la dentizione non è una malattia, bensì una parte importante dello sviluppo naturale del bambino.

Quando spuntano i dentini?

La durata e la sequenza dello sviluppo dei denti da latte variano molto da bambino a bambino, ma si verificano tipicamente le seguenti fasi:

da 4 a 24 mesi

All'età di circa 3 - 4 mesi, i primi denti da latte iniziano a penetrare le gengive. Il primo a comparire è di solito un incisivo nella mandibola. A poco a poco seguono altri incisivi, e al primo compleanno vi sono già esemplari di ammirare sia nell'arcata superiore che inferiore. Nel secondo anno di vita seguono di solito i primi quattro molari.

dai 2 ai 4 anni

A poco a poco compaiono adesso i restanti denti da latte, e all'età di 4 anni la dentizione primaria dovrebbe essere completa (8 incisivi, 4 canini, 8 molari). Il tempo di comparsa di tutti i denti da latte è identico nelle bambine e nei bambini.

Una dentizione primaria sana è una garanzia per la successiva dentizione permanente (già durante lo sviluppo del dente da latte è presente accanto il germe dentario per il dente permanente) ed è importante, inoltre, per lo sviluppo maxillo-facciale.

In seguito

I primi molari permanenti compaiono a 5 anni. Gli incisivi inferiori primari cadono a circa 6 anni, tra i 7 e gli 8 anni gli incisivi superiori. 

Tra i 12 e i 13 anni la seconda dentizione è completa. Dopo il 16° anno di vita compaiono di norma i denti del giudizio.

Sintomi durante il periodo della dentizione

Un sintomo ben noto della dentizione è la salivazione copiosa del bambino, la tendenza a mordere ogni cosa, infilarla in bocca e masticarla.

Tra gli altri segni della dentizione vi sono irrequietezza, perdita di appetito, rossore e infiammazione delle gengive, a volte accompagnati anche da dolore, febbre e diarrea. 

Queste caratteristiche non sono in genere pericolose, a meno che un sintomo come ad esempio la febbre non diventi allarmante. Raramente si hanno problemi più gravi durante la dentizione. Tuttavia, questo periodo non è piacevole per il neonato, e anche i genitori ne soffrono di conseguenza.

Come posso aiutare il bambino?

Masticare e mordere aiuta il bambino (la pressione così esercitata sulle gengive gonfie dà sollievo). 

Sono disponibili in commercio anelli da dentizione riempiti di acqua o liquido refrigerante, da conservare frigorifero e utilizzare al bisogno. Il fresco riduce la circolazione e quindi allevia il dolore. Anche un massaggio gengivale con il dito indice o un massaggio alle guance eseguito da mamma o papà è utile.

Infine vi sono i farmaci contro i disturbi della dentizione in farmacia o parafarmacia. 

Vi sono in commercio preparati il cui effetto si basa su anestetici locali chimici sintetici (analgesici locali), come alternativa vi sono farmaci a base di erbe e omeopatici altrettanto efficaci.

Le nostre soluzioni contro i disturbi della dentizione: